venerdì 15 novembre 2019
20.12.2011 - Donatella Lauria

Boccalatte condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione

E’ stato condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione per due dei tre capi di imputazione, l’ex presidente dei Tribunale di Imperia e Sanremo, Gianfranco Boccalatte.

Il Gup Francesco Gianfrotta, di Torino, ha emesso poco fa la sentenza, dopo circa due ore di camera di consiglio. Condannato a 3 anni il suo ex autista, Giuseppe Fasolo, accusato in concorso di millantato credito e corruzione in atti giudiziari.

Boccalatte e' accusato di aver praticato favori a pregiudicati, in cambio di denaro, con l'ex autista che aveva il ruolo di intermediario tra Boccalatte e i beneficiari.
I pm Giancarlo Avenati Bassi e Marco Gianoglio ( Procura del capoluogo piemontese, competente a decidere sui magistrati liguri), durante la requisitoria avevano chiesto una condanna a 3 anni per Fasolo e 4 anni per Boccalatte. La difesa, naturalmente, ha chiesto l'assoluzione.

Nel corso della discussione, gli avvocati difensori di Boccalatte, Metello Scaparone e Moroni, hanno sempre sostenuto la totale buona fede del giudice, sottolineando che se questi ha eventualmente rilasciato delle informazioni o ha presentato delle richieste, è stato solo, perchè si fidava completamente del suo ex autista, ma non ha mai intascato del denaro.

"Boccalatte ha una personalità di tipo narcisistico, che lo rende incline ad accondiscendere le aspettative degli altri e a prestarsi alle richieste altrui", era la dichiarazione del medico legale, dottor Bosco. Proprio lui  durante il processo ha illustrato una perizia volta a ricostruire, nei dettagli, la personalità del giudice. 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo