domenica 27 settembre 2020
23.03.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Genova: il Tribunale del Riesame si riserva per Caltagirone e Conti

Poco fa il collegio del Tribunale del Riesame si è riservato sulle istanze di scarcerazione (o in subordine di assegnazione agli arresti domiciliari) formulate dalle difese di Francesco Caltagirone e Carlo Conti.

Ricordiamo che i due sono gli arrestati eccellenti nell'ambito dell'inchiesta "Porto di Imperia s.p.a." che ha portato la Procura del capoluogo provinciale a contestare ai due (rispettivamente azionista di maggioranza della società "Aquamare", concessionaria dell'appalto - Caltagirone e ex direttore dei lavori nel costruendo bacino - Conti) l'ipotesi di reato di "truffa aggravata ai danni dello Stato".

Nel calderone dell' inchiesta "shock" anche Beatrice Cozzi Parodi (compagna di Francesco Caltagirone) solo come indagata, la quale, però, con la sua ditta è impegnata, a sua volta, nella costruzione del bacino portuale turistico ventimigliese in zona "scoglietti".

Incredibilmente la sorte di questo "porto" pare avere risentito (sarà la nostra impressione ma è quella di chi a Ventimiglia ci vive e lavora) dell'inchiesta imperiese: sempre meno camion, sempre meno "lavoro"; per una zona che sembra ogni giorno uguale a sè stessa e "inerte" in alcuna modifica.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo