lunedì 21 settembre 2020
19.03.2012 - Donatella Lauria

Imperia, Caltagirone litiga con il compagno di cella e cambia "camera"

Francesco Bellavista Caltagirone ha avuto gravi problemi con il suo "convivente" in carcere ed è stato trasferito in un’altra cella. Lo spostamento è dovuto a continui litigi con il compagno di cella, un italiano detenuto per reati ordinari, che all’interno dello stesso carcere viene considerata una persona estremamente puntuale e precisa.

Ora Caltagirone occupa una nuova cella.

 Il ricorso dei suoi legali presentato al Tribunale del riesame di Genova sarà discusso il 23 marzo.

Intanto la Procura sta verificando nuovi fatti nell'indagine in cui è coinvolto l'imprenditore, già indagato per truffa aggravata, e la Porto di Imperia SpA, in un nuovo filone d'inchiesta aperta per il reato di corruzione. Al centro dell'indagine gli "amici" del gruppo Acqua Marcia e gli strani favori alla famiglia Scajola. In circa 200 pagine i pm imperiesi hanno evidenziato come lo stesso Caltagirone si comportasse come un verto e proprio feudatario nei confronti delle persone che gli stanno intorno.
Gli inquirenti hanno utilizzato la stessa memoria difensiva dei legali dell'ex ministro Claudio Scajola, con la quale se ne chiedeva il proscioglimento dalle accuse di concorso in associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d'asta, per illustrare la questione.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo