venerdì 28 luglio 2017
11.12.2012 - V.G.

Manette per uno spacciatore "pizzicato" nel budello di Alassio

Che possa essere il "rifornitore" dell'Alassio bene?

I carabinieri del Radiomobile di Alassio nel corso di un servizio di pattuglia, alle 02.00 hanno individuato in via Cavour uno spacciatore che alla vista del Radiomobile nel budello ha avuto quasi un sussulto e cambiato direzione di marcia. I Carabinieri alla vista di questo comportamento da parte di Doriano L., (60 enne alassino attualmente disoccupato ma abituale frequentatore di Pub, Bar e locali di via Dante e Passeggiata Grollero) si sono insospettiti e l’hanno fermato e perquisito.

In tasca aveva tre involucri contenenti 1,8 gr di cocaina e un oggetto (nella foto allegata) che è risultato essere un bilancino "professionale" camuffato da I-phone. Un bilancino di questo tipo poteva essere utilizzato dallo spacciatore all’interno di un locale pubblico senza dare sospetti, per dar modo al cliente di controllare il peso della dose, ovviamente compiendo un’operazione veloce e discreta, ad esempio lasciandolo sul tavolo davanti ad una birra e appoggiando velocemente una dose che poteva apparire come una pallina di carta dell’involucro di un chewing gum.

I carabinieri hanno successivamente perquisito l’abitazione e rinvenuti altri 13 gr di cocaina già suddivisi in 11 dosi.

Doriano L. è stato arrestato e la droga posta sotto sequestro.

I carabinieri stanno ora indagando per scoprire la rete di spacciatori e clienti legati all’arrestato, che si presume possa essere il fornitore dell’ “alassio bene” ossia avere una clientela ristretta di insospettabili che frequentano i locali del centro storico alassino.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo