domenica 27 settembre 2020
15.06.2012 - Alice Borutti

Porto di Imperia, accolta la sospensiva, ripartono i lavori in attesa della sentenza?

E' stata oggi accolta dal TAR a Genova l'istanza di AcquaMare di sospensione della revoca della concessione demaniale che aveva firmato Pierre Marie Lunghi, Dirigente del Comune di Imperia dell'Ufficio Porti e Demanio.

Oggi il presidente di AcquaMare, Piero D'Amelio ha reso noto che il TAR ha sospeso la revoca della concessione e che la società potra' eseguire i lavori "fino al loro completamento, in ragione dell'interesse pubblico' dell'opera" infatti pare che verrà dato inizio ai lavori già dai prossimi giorni. 

In ogni caso il TAR emetterà una sentenza a proposito il 26 novembre 2012, se la revoca fosse confermata l'AcquaMare perderebbe tutto quanto investito nell'operazione, nel caso in cui il TAR respingesse la revoca il Comune di Imperia ricorrerà in Consiglio di Stato e pare che ci sia in arretrato il pagamento del canone demaniale dell'anno scorso ammontante a qualche milione di euro e pare anche le paghe dei lavoratori.

Proprio per questa revoca Lunghi aveva denunciato pressioni da parte dell'ex Sindaco Paolo Strescino affinchè non la firmasse, per poi giungere all'ultimo estenuante Consiglio Comunale in cui Strescino aveva abbracciato pienamente la causa della revoca e questa era tra i capisaldi delle delibere dette "Salva Imperia".

La Porto di Imperia spa, partecipata anche dell'AcquaMare al 33,3 % è stata commissariata ai sensi dell'art. 2409 del codice civile in settimana, come richiesto da Paolo Strescino negli ultimi giorni della sua amministrazione, e  il commercialista genovese Dante Benzi è stato nominato amministratore giudiziario dal collegio dei giudici Domenico Varalli, Marina Aicardi e Enrica Drago.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo