lunedì 21 settembre 2020
07.04.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Ricorso in Cassazione per Francesco Caltagirone Bellavista

Depositato ieri a Roma il ricorso per Cassazione contro la sentenza del Tribunale del Riesame che dieci giorni fa aveva negato la scarcerazione a Francesco Caltagirone Bellavista.

Il costruttore romano nel delicato "passaggio" giudiziario (ultima spiaggia legale per una scarcerazione o assegnazione in subordine ai "domiciliari" nell'attesa che l'inchiesta "Porto di Imperia" faccia il suo corso) si avvarrà dell'assistenza dei legali Franco Coppi (vero e proprio "principe" del foro romano) e di Giulia Bongiorno, avvocato penalista molto "mediatico" per il suo essere parlamentare nelle file di "Futuro e Libertà" e per aver fatto parte del collegio di difesa di Giulio Andreotti nei processi per mafia che avevano coinvolto il noto politico. 

Dopo le feste pasquali i Giudici della Corte di Cassazione esamineranno il ricorso.

Nel frattempo negata anche a Delia Merlonghi la scarcerazione in merito alle medesime vicende.

Ricordiamo che Francesco Caltagirone Bellavista, Delia Merlonghi, Carlo Conti e Andrea Gotti Lega sono stati gli arrestati eccellenti, del 5 Marzo scorso, nell'ambito dell'inchiesta relativa alla costruzione del bacino portuale turistico imperiese.

I quattro sono accusati di "truffa aggravata ai danni dello Stato" per aver lucrato sui costi di costruzione, "gonfiati", del bacino medesimo.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo