mercoledì 23 ottobre 2019
17.11.2011 - Donatella Lauria

Sanità, domani volantinaggi in tutta la Liguria

In provincia dalle ore 10 - 12 presso Ospedale di San Remo, Imperia e Bordighera

Per difendere un diritto fondamentale come quello della salute e per ridare centralità a un welfare messo in ginocchio dai continui tagli, la CGIL promuove per venerdì prossimo oltre 400 iniziative di protesta in tutta Italia.
In Liguria saranno oltre venti i luoghi dove saranno effettuati presidi e volantinaggi.
Di seguito i principali punti informativi previsti per venerdì 18 novembre 2011:
Genova: ore 8 – 12 presso San Martino/Ist (entrata Monoblocco), ex ospedale psichiatrico di Quarto, Galliera, Fiumara, Villa Scassi, Sestri Ponente, Voltri, Gallino
Imperia: ore 10 - 12 presso Ospedale di San Remo, Imperia e Bordighera
La Spezia: ore 10 – 12 presso Ospedale S. Andrea, S. Bartolomeo e Casa della Salute
Savona: si conclude il 18 con l’iniziativa presso il mercato di Loano dalle ore 10 alle ore 12 e un volantinaggio presso la ASL2 e l’Ospedale San Paolo di Valoria un percorso iniziato lunedì 15 e che ha toccato, Savona, Albissola Mare e Superiore, Vado, Albenga, Carcare, Finale, Cairo.
PROPOSTE CGIL
"In questo panorama diventa necessaria la diminuzione delle Unità ospedaliere complesse cliniche, amministrative, tecniche e professionali con l’intento di congiungere l’assistenza clinica/ospedaliera a quella di supporto al paziente ancora oggi troppo frammentate.
Tali operazioni si dovranno attuare coinvolgendo di più i medici di base e intrecciando in modo concreto le specialità ospedaliere con quelle territoriali, attivando una sempre maggiore collaborazione di tutti gli operatori sanitari in tutti gli ambiti affinchè si possa dare una continuità assistenziale alle persone che ne hanno bisogno.
Attivare servizi sul territorio aperti 24 ore su 24 con un finanziamento vincolato ad essi per dare risposte in termini di cure primarie, visite ed esami nei centri socio sanitari del distretto aperti h24 e collegati al servizio emergenza/urgenza.
Infine non è condivisa l’idea dell’alienazione del patrimonio immobiliare pubblico per ripianare il deficit del sistema sanitario ligure in quanto tal operazione non elimina i problemi strutturali che, senza seri programmi per rendere la sanità più efficiente, si ripresenteranno puntuali.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo