sabato 16 novembre 2019
26.11.2011 - ALESSANDRA CHIAPPORI

Finale di partita di Samuel Beckett a Lo spazio vuoto di Imperia

In attesa dell’uscita del cartellone per la nuova stagione, la compagnia con a capo Livia Carli e Gianni Olivieri racconta le proprie attività e progetti

“Saranno due serate di musica e 8 di teatro, con nomi importanti e largo spazio ai giovani” di più non anticipano Livia Carli e Gianni Olivieri, de Lo spazio vuoto, sulla nuova stagione teatrale da loro allestita e che partirà con l’anno nuovo. Per il momento, la compagnia ha tante altre iniziative a cui pensare, a partire dallo spettacolo Finale di partita, di Samuel Beckett, che sarà proposto nelle serate del 3 e 4 dicembre, alle ore 21.15, presso il piccolo ma accogliente spazio di via Bonfante 37, a Imperia (biglietti acquistabili presso Lo spazio vuoto a 14 euro, 12 per gli studenti). Un testo difficile e impegnativo, che sarà interpretato in una veste un po’ clownesca, spiegano i registi nonché attori: “Livia sarà Clov, reciterà quindi la parte di un uomo, ma non è questo l’importante per Beckett, quello che deve essere esaltato è altro, è l’aspetto clownesco della vicenda”. Particolare sarà anche il rapporto con il pubblico. La famosa “quarta parete” che separa spettatori da attori verrà infatti a cadere, novità favorita dallo spazio che, nella piccola sala a disposizione, è limitato. Attori che si rivolgono direttamente al pubblico, che passano in mezzo alle sedie: un nuovo modo per emozionarsi, sia che si reciti sia che si assista.

Finale di partita è stato proposto qualche giorno fa al DAMS di Imperia, con la collaborazione del professor Trovato, e verrà riproposto domenica e lunedì per le scuole, facendolo precedere da un dialogo con gli attori stessi, per comprendere meglio il testo e addentrarsi nel mondo di Beckett e del suo teatro. Lo spettacolo ha debuttato a maggio, e proseguirà toccando prima il teatro Gassman di Borgio Verezzi e poi il teatro del Casinò di Sanremo, tra le altre date. Luoghi importanti, per una compagnia che opera molto a livello locale e regionale, ma che nel suo viaggio artistico ha toccato anche il Festival di Edimburgo e Basilea.

Parallelamente all’attività come compagnia teatrale, Lo spazio vuoto offre anche svariate possibilità per gli appassionati di teatro. Da ottobre sono infatti iniziati i corsi di teatro suddivisi su 3 fasce di età: bambini, ragazzi e adulti: “quest’anno abbiamo dovuto raddoppiare ogni corso a causa dell’alto numero di iscritti – spiega Livia Carli – non vogliamo avere dei gruppi con troppe persone, è per lavorare meglio. Abbiamo in programma uno spettacolo da realizzare con il gruppo adulti, e con i ragazzi diverse scene. In particolare, stiamo elaborando un’idea che coinvolgerebbe un insegnante madrelingua inglese per allestire alcune scene da Giulietta e Romeo di Shakespeare, forse l’unica opera di Shakespeare che i ragazzi di quell’età possono apprezzare”.

C’è il cartellone in arrivo, c’è Beckett, ci sono i corsi, ma c’è anche un nuovo debutto per la compagnia, che arriverà in primavera e vedrà l’importante firma e collaborazione di Pino Petruzzelli, autore del testo. Non è tutto: grazie al finanziamento ottenuto dal Comune, a dicembre, per il secondo anno, partiranno anche i corsi per disabili: “l’esperienza passata è stata molto positiva – racconta Livia Carli – abbiamo lavorato con l’aiuto di alcuni studenti del liceo classico insieme ai ragazzi disabili, facendo un teatro appositamente pensato per loro, per riuscire a tirare fuori se stessi, quindi prove di mimo, alcune scenette e la musica con l’aiuto di Mauro Vero”.

Una stagione ricchissima, dunque, per questo piccolo spazio che tutto è tranne che vuoto e che in pochissimi anni ha saputo imporsi come realtà teatrale importante nel capoluogo. “C’è l’idea di ingrandirci, sì – confessano Livia Carli e Gianni Olivieri – ma è ancora presto per pensarci. Tra le tante idee per il futuro però ci piacerebbe collaborare un po’ di più con il DAMS, dopo la scomparsa di Franco Carli non si sono più visti molti spettacoli”.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo