lunedì 18 novembre 2019
14.12.2011 - C.S.

Un dicembre intenso di concerti per l'Orchestra Giovanile del Ponente Ligure

Un dicembre intenso e ricco di importanti impegni per l'Orchestra Giovanile del Ponente Ligure che si sta sempre più affermando sul piano qualitativo grazie alla passione e alla crescita dei ragazzi (di età compresa tra gli 8 e i 23 anni) che la compongono, ma anche grazie all'impegno dei maestri preparatori, importanti musicisti della nostra terra, e ai sacrifici del presidente Stefano Sivieri e del suo staff di volontari. Una "squadra" che unisce tutta la provincia, con ragazzi e insegnanti da Imperia a Sanremo, a Ventimiglia, che vivono la preparazione e le esibizioni con un senso di appartenenza a un progetto comune, l'Orchestra giovanile appunto che resta il perno centrale di tutto.

Il grande dicembre di concerti si è aperto martedì al LIceo Amoretti di Imperia, una sorta di prologo, peraltro apprezzatissimo, prima degli appuntamenti più importanti: sabato 17 dicembre l'Orchestra sarà infatti in concerto alla Camera di Commercio, dalle ore 20,30, per la chiusura della manifestazioni della Prefettura di Imperia per i 150 anni dell'Unità d'Italia; domenica 18 dicembre, alle ore 16,30, tappa a Sanremo per la conclusione del Festival della Federazione Operaia di via Corradi; venerdì 23 dicembre il suggestivo concerto di Natale, dalle ore 21, nell'Oratorio Santa Caterina a Cervo; infine gran finale domenica 1 gennaio, dalle ore 17,30, al Teatro Cavour di Imperia per il grande concerto di Capodanno. Per questi appuntamenti di prestigio il maestro GIovanni Sardo, direttore artistico dell'Orchestra giovanile, ha varato insieme agli altri maestri preparatori un programma ad hoc. Sono previsti brani di J. S. Bach, un concerto per quattro pianoforti e archi e la "Jesus bleibet meine freude" cantata, musiche di Vivaldi, il notturno di Tchaikovsky, il valzer dal "Gattopardo" di Nino Rota, il valzer "Sul bel Danubio blu" di Strauss, il "Palladio" di Karl Jenkins, un Medley Disney e in aggiunta per Capodanno A Christmas Festival di Leroy Anderson.

"La nostra orchestra sta riscuotendo consensi sempre più ampi e unanimi - commenta il presidente Stefano Sivieri - Ci chiamano ormai da molte parti e abbiamo programmato un dicembre credo di ottimo livello e richiamo. Ci confortano i risultati artistici e le soddisfazioni personali, crediamo di svolgere anche una importante funzione educativa per i ragazzi. Certo sacrifici e fatica sono tanti anche perchè per un progetto del genere occorrerebbe più aiuto da enti pubblici e privati. Ma non molliamo, anzi con tutti questi bellissimi giovani continuiamo a crescere".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo