venerdì 10 luglio 2020
13.02.2012 - REDAZIONE

Ad Imperia i giovani de La Destra e del Pdl ricordano i martiri delle foibe

Si è svolta sabato scorso ad Imperia, come da programma, la commemorazione in onore dei Martiri delle Foibe e degli esuli istriani, giuliani e dalmati, nei giardini a loro intitolati. La cerimonia è stata organizzata, per il secondo anno consecutivo, dai movimenti giovanili “Gioventù Italiana” (ragazzi de “La Destra”) e “Giovane Italia” (Popolo della Libertà). Alla celebrazione, nonostante il clima rigido, hanno preso parte, oltre ai ragazzi dei due movimenti, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni.

“Siamo orgogliosi dal fatto che, nonostante il clima decisamente poco clemente, molti giovani si siano radunati, assieme a chi ha voluto prendere parte a quest’iniziativa, per portare avanti la volontà di ricordare questi tragici fatti. Non si può dimenticare la morte di migliaia e migliaia di nostri connazionali uccisi dai partigiani comunisti jugoslavi solo perché italiani, così come non si possono dimenticare quei 350 000 esuli che hanno dovuto abbandonare forzatamente le loro terre per non essere eliminati” hanno dichiarato Angelo Dulbecco, giovane consigliere comunale imperiese nonché coordinatore provinciale di Giovane Italia e Stefano Satriano, responsabile di Gioventù Italiana. 
“E’ molto importante che i giovani non dimentichino queste vicende, tanto più ora che quel colpevole muro di silenzio che ha circondato quei momenti storici per decine e decine di anni, è stato quasi completamente abbattuto. Teorie giustificazioniste o negazioniste, propagandate ancora da esponenti di spicco delle sinistre e da movimenti vari ad esse collegate, devono essere definitivamente e pubblicamente accantonate. Combattere una storia falsificata che troppo spesso ci è stata insegnata nelle scuole e combattere steccati ideologici che resistono intorno a fatti storici accaduti nel nostro passato, ci consentirà un giorno di divenire realmente una Nazione civile e moderna” concludono i due giovani coordinatori.
Durante la cerimonia, il primo intervento è stato quello di Pietro Tommaso Chersola, Consigliere Nazionale e Presidente del Comitato Provinciale di Imperia dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. In seguito hanno preso la parola Dulbecco e Satriano; l’intervento conclusivo è stato quello del Sindaco della Città di Imperia, Paolo Strescino. 
La manifestazione è terminata con la deposizione del consueto omaggio floreale alla targa che reca l’intitolazione dei giardini ai “Martiri Italiani delle Foibe”.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo