sabato 29 aprile 2017
03.02.2013 - REDAZIONE

Appello dell'Ass.ne G. Biancheri: "valorizziamo la linea Ventimiglia - Cuneo"

"Si favorisca la mobilità dolce e si continui a lottare per la riapertura delle fermate ferroviarie di Bevera, Ajrole ed Olivetta San Michele". E' l'appello dell'associazione Biancheri ai candidati liguri e piemontesi.

Queste Regioni soffrono da troppo tempo di arretratezza delle infrastrutture ferroviarie che non permettono collegamenti certi e veloci tra le capitali europee di Torino, Genova e Nizza.

L'AGB chiede a chi rappresenterà nel prossimo Parlamento i nostri territori di "adottare" la linea ferroviaria  Ventimiglia- Cuneo e sostenerla con iniziative concrete durante tutto il loro mandato.

Chiediamo inoltre di sottoscrivere questo manifesto:

1) Risolvere il problema della circolazione dei treni in Europa , in particolare superare la questione legata alla impossibilita dei treni francesi di entrare in Italia e viceversa, in quanto non abilitati  e dichiarati non idonei.

2) Potenziare i fondi governativi per il settore del Trasporto Pubblico Locale (TPL) ridotti ormai sotto la soglia minima possibile, una situazione che di fatto ha strangolato le regioni e messo a rischio il trasporto dei pendolari, dei lavoratori e creato enormi danni al settore turistico.

3) Sostenere la "mobilità dolce"; valorizzando il treno come mezzo di trasporto e la bicicletta come mezzo di trasporto urbano alternativo all'auto.

4) Definire e stipulare la nuova convenzione per la gestione della linea Ferroviaria Ventimiglia- Cuneo tra il Governo Francese e quello Italiano.

5) Sostenere il raddoppio ferroviario tra Ventimiglia e Genova e la necessaria copertura economico-finanziaria per il rinnovo del materiale rotabile.

6) Sostenere la battaglia per la riapertura delle fermate ferroviarie di Bevera, Airole ed Olivetta  S.Michele. 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo