martedì 21 gennaio 2020
20.06.2012 - Donatella Lauria

Imperia, Consiglio provinciale, si al bilancio consuntivo

Ieri sera il Consiglio provinciale ha approvato il Rendiconto di gestione del 2011 con 13 voti favorevoli e 1 contrario. La seduta è stata caratterizzata dall’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri di minoranza del Pd (Vassallo, Giordano, Barbagallo, Boeri, A. Lanteri, Desiglioli) e dal consigliere Roberto Ormea (Sel), nel tentativo, non riuscito, di far saltare la seduta per la mancanza del numero legale dei votanti. Il numero legale è stato comunque garantito dall’arrivo in aula del consigliere di maggioranza Marco Greco del Pdl (che figurava tra gli “assenti giustificati”) e dal consigliere di minoranza Fabrizio Gramondo (Udc), che, pur esprimendo voto contrario alla pratica, ha apertamente disapprovato il comportamento dei colleghi di minoranza del Pd e di Sel.

Il rendiconto di gestione 2011, illustrato dall’assessore Andrea Artioli che ha sottolineato il grande lavoro degli uffici competenti tale da rispettare il Patto di stabilità,  ha chiuso con un avanzo di amministrazione di 3 milioni e 646 mila euro, fondi in gran parte vincolati (2 milioni e 602 mila euro). Il dibattito ha visto gli interventi dei consiglieri di minoranza Vassallo, Barbagallo, Giordano (Pd), che hanno rilevato varie criticità del documento finanziario, e dei consiglieri Bosio (Gruppo Indipendente) e Pippione (Pdl). Dopo che la minoranza ha abbandonato l’aula, alla ripresa dei lavori, sono intervenuti i consiglieri Frascarelli, Orengo, Brizio, Greco e Gramondo.  

Il Presidente Luigi Sappa ha chiuso il dibattito facendo un diretto riferimento al comportamento tenuto dalla minoranza: ha sottolineato come l’opposizione durante il dibattito avesse anche fatto appello al senso civico dei cittadini e alla grande responsabilità che le forze politiche devono avere in questo particolare momento, per poi però abbandonare i lavori dell’aula con l’intento di far saltare la seduta. Entrando poi nel merito della pratica in votazione, Luigi Sappa ha messo l’accento su alcuni dati, ed esattamente il rispetto del patto di stabilità, il corposo avanzo di amministrazione, di cui oltre 900 mila euro sono fondi a disposizione dell’Amministrazione. 

Il consigliere di maggioranza Gianstefano Orengo (Pdl), presidente della Prima Commissione, ovvero quella che si occupa di Bilancio e Programmazione, dice: <Sono rimasto estremamente deluso dal comportamento dei consiglieri di minoranza che hanno abbandonato l’aula prima della votazione di una pratica importante come quella dell’approvazione Rendiconto di gestione 2011, già ampiamente discussa nei giorni precedenti nelle sedute dell’apposita commissione che presiedo. Hanno dimostrato una scarsa sensibilità e responsabilità politica. E’ evidente che la loro manovra è stata dettata esclusivamente per evidenziare una frattura della maggioranza, una frattura che non esiste all’interno di una maggioranza che continua ad essere coesa>.

Il Presidente del Consiglio provinciale Alessandro Piana (Lega Nord) dichiara: <I consiglieri assenti alla seduta mi avevano precedentemente annunciato la loro impossibilità a presenziare per impedimenti vari. Dispiace constatare che, uscendo dall’aula prima della votazione, la minoranza, per la prima volta in questo mandato  amministrativo, abbia tenuto un comportamento discutibile, che contrasta con lo spirito di collaborazione dimostrato sinora>.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo