giovedì 18 luglio 2019
14.05.2012 - Donatella Lauria

Imperia, Pd: "Strescino ha sbagliato da subito le sue strategie"

Leandro Faraldi, segretario provinciale del Pd, si esprime con una lunga lettera in merito alla situazione politica imperiese.

"L’esperienza Strescino, - scrive - sino a qualche settimana fa totalmente identica a
quella del PDL e poi improvvisamente improntata ad un cambiamento era da noi ritenuta definitivamente conclusa.

Le sue dimissioni sarebbero state, anche se in clamoroso ritardo, l’unica possibilità per dare ad Imperia una prospettiva finalmente libera dalla cattiva amministrazione.
In considerazione di ciò, pur tenendo ferma la nostra avversità alla
mozione di sfiducia del PDL, abbiamo ritenuto di dover percorrere qualunque
legittima via per porre fine all’amministrazione del centrodestra.
La situazione era diventata paradossale. Il Sindaco Strescino dichiarava
che non intendeva dimettersi, professava il cambiamento e continuava in un’azione
amministrativa incomprensibile ed anzi dannosa.
La decisione di nominare Antonio Di Marco alla presidenza dell’AST e
Roberto Rommelli a quella della Imperia Yacht srl, ha premiato un vecchio modo di far
politica, mantenendo in ruoli di responsabilità chi ha già dimostrato in
precedenti incarichi di essere completamente organico alle decisioni, che
hanno portato Imperia alla situazione di sfascio amministrativo sotto gli occhi
di tutta la città.
Pensiamo che il capoluogo meriti un gruppo dirigente serio e trasparente,
che sappia dare risposte chiare ed efficaci sia in relazione alla vicenda
porto,sia in relazione alle numerose pratiche amministrative relative alla vita
quotidiana dei cittadini.
Ribadisco che il Partito Democratico  non ha avviato nessuna trattativa né
per far proseguire l'azione amministrativa del sindaco Strescino, né con il PDL
per porre fine all'amministrazione Comunale.
Negli ultimi due anni, dopo aver detto in Consiglio Comunale, che si
stavano perseguendo gli interessi di pochi a scapito della città di Imperia, siamo
stati costretti a mandare un esposto alla Corte dei Conti, e di fronte al
disastro annunciato, a dicembre 2010, proponemmo un tavolo di concertazione
per salvare il porto di Imperia da noi ritenuto centrale per lo sviluppo della
città, la risposta del Sindaco Strescino fu la nomina di Leone
Vicesindaco!!
Le motivazioni per cui abbiamo ritenuto di porre la nostra firma sulle
dimissioni dal Consiglio Comunale, non sono cambiate e sono diametralmente
opposte a quelle del PDL, così come tutta la nostra azione amministrativa
è stata tesa a salvaguardare gli interessi della collettività senza mai
guardare agli interessi del  partito.
Oggi secondo qualcuno, per qualche posto da assessore, avremmo dovuto
sostenere un Sindaco che in ruoli vari, da Assessore a viceSindaco, in stretta collaborazione con Luigi Sappa, e con la Banda degli Yes men pidiellini e leghisti, è corresponsabile dei danni provocati alla città di Imperia.
Il Partito Democratico, anche attraverso la pubblicazione del libro bianco
che presto verrà distribuito in città, ribadirà in ogni sede, la responsabilità
amministrativa degli uomini che hanno governato la pratica porto di Imperia
e chiederà il loro allontanamento dalla gestione della cosa pubblica.
A più riprese  abbiamo chiesto le dimissioni  del Presidente della
Provincia Sappa, per 10 anni Sindaco della città, e responsabile quanto Strescino del
disastro amministrativo, uomo piegato al potere, che oggi, davanti alle accuse
mosse dalla Procura della Repubblica e alle intercettazioni pubblicate sui vari
giornali, fatica persino a licenziare il suo collaboratore in Provincia, pagato
con i soldi dei contribuenti, l'ex direttore generale del Comune Calzia.
Il PD, inoltre, avvierà le pratiche necessarie per costituirsi parte offesa
(in quanto portatore di interessi diffusi) e per richiedere un risarcimento
danni a nome dei cittadini di Imperia, non per avvantaggiarsene economicamente
ma per destinare eventuali emolumenti ai servizi sociali della città".

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo