domenica 22 settembre 2019
11.04.2012 - REDAZIONE

"La Destra" contro le manovre economiche del Governo

Comunicato stampa del movimento politico "La Destra"

La notizia  di ieri, relativa  all' aumento dello spread a circa 400 punti, è allarmante, nonostante i tanti scarifici richiesti dall'attuale esecutivo Monti, scarifici, che vengono puntualmente vanificati da una speculazione sempre più dilagante a livello mondiale.

Gli Italiani, sono martoriati dalle tasse, vessati dalle banche, condannati a stipendi tra più bassi d'Europa, minacciati dalla disoccupazione e, con la mannaia di ulteriori rincari per il prossimo aumento dell'Iva fino al 23% deciso dal governo Monti, sono costretti a una dieta forzata.
Risale, infatti, l'inflazione (3,3% rispetto a gennaio) con il carrello della spesa ai massimi dal 2008. Sempre più cari generi alimentari, frutta e verdura. Le famiglie sono sempre più in difficoltà.

Il tasso d'inflazione per il 2012, informa l'Istat, è pari all'1,9%. Quella calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende al 2,2% dal 2,3% di gennaio 2012. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell'indice dei prezzi al consumo sale al 2,3% (era +2,2% a gennaio).
A febbraio, gli aumenti più significativi riguardano gli alimentari non lavorati e i beni energetici non regolamentati (+1,7%).

Quasi da record l'aumento dei prezzi dei vegetali freschi (+8,7% in termini congiunturali). Un apporto significativo deriva anche dall'aumento congiunturale dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+0,8%). I prezzi dei prodotti più richiesti dai consumatori subiscono forti rincari, aumentando dello 0,7% su base mensile e del 4,5% su base annua (+4,2% a gennaio). L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,2% sul mese precedente e del 3,4% su quello corrispondente del 2011.

A spingere in alto l'inflazione sui generi alimentari è il forte rincaro dei carburanti, con il prezzo della benzina salito del 18,6% e quello del gasolio del 25,5%. 
L'aumento delle accise e quindi dei carburanti fa si che anche i beni di prima necessità subiscano dei forti rincari. Ed è quello che sta avvenendo in questi mesi.

In conclusione, il popolo italiano, viene martoriato da manovre dei poteri forti.
A tal proposito ricordiamo che Goldman Sachs è una delle più grandi banche d'affari del mondo, che si occupa principalmente di investimenti bancari e azionari, di risparmio gestito e di altri servizi finanziari, prevalentemente con investitori istituzionali (multinazionali, governi e privati).

Fondata nel 1869, ha sede legale al 200 di West Street, a Lower Manhattan, con filiali importanti anche nei principali centri finanziari mondiali (Londra, Francoforte, Tokyo, Hong Kong). È quotata al New York Stock Exchange.
Fornisce servizi di consulenza su piani di acquisizioni e fusioni fra aziende, su sottoscrizioni di titoli di debito, sulla gestione delle risorse finanziarie e sul prime brokerage, oltre che occuparsi di servizi di proprietary trading e private equity. È anche autorizzata al piazzamento di titoli di debito del Governo statunitense.

Fra gli ex-dipendenti e gli ex consulenti più illustri, figurano i Segretari al Tesoro statunitensi Robert Rubin[2] e Henry Paulson, il Governatore della Bank of Canada Mark Carney, il Governatore della Banca centrale europea Mario Draghi e il Presidente del Consiglio italiano Mario Monti.

Valerio Ramini – Segretario Prov.le La Destra Imperia


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo