mercoledì 20 novembre 2019
10.07.2012 - Alice Borutti

La Provincia non recede dall'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario di Sanremo

In conseguenza ai tagli imposti dal Governo, l'Assessore al Bilancio Andrea Artioli ha proposto di recedere dall'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario di Sanremo al quale versa 3mila euro. Barbagallo PD propone di reperire i fondi riducendo quelli assegnati all'Associazione Amici dell'Università della SPUI.

Bilanci sempre più ridotti all'osso stanno costringendo le Amministrazioni a sezionare in modo chirurgico anche sui piccoli capitoli di spesa, la cui ricaduta non è economica ma soprattutto a livello culturale.

Oggi il I e II commissione congiunta l'Assessore al Bilancio Andrea Artioli ha presentato la proposta di recedere dalla partecipazione all'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario di Sanremo, partecipazione che costa all'Amministrazione 3mila euro da due anni dopo la sforbiciata al vecchio contributo di 4500 euro, per eventualmente continuare a sostenere l'Istituto con contributi una tantum.

Il Consigliere Sergio Barbagallo PD ha chiesto di riconsiderare la proposta: “La presenza simbolica all'interno di questo Istituto va salvaguardata anche perchè è di piccola entità economica, possiamo ridurre il contributo di 4500 euro all'Associazione Amici dell'Università a 1500 euro e girare ancora i 3000 all'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, se si decide di recedere dalle partecipazioni usciamo da tutte e non da qualcuna, specialmente da questa”, che riguarda un ente che, come ha ricordato Fulvio Vassallo PD, “è un'organizzazione mondiale riconosciuta dall'ONU quindi a livello internazionale, ogni anno vengono a Sanremo decine e decine di ufficiali per ridefinire cos'è il diritto umanitario e la sua applicazione, è un unicum italiano in ambito internazionale”.

Anche il consigliere Gabriele Saldo PDL si è dichiarato contrario, Riccardo Giordano PD rimarca ancora che occorre rivedere i criteri di assegnazione dei contributi all'una o l'altra associazione o istituti perchè “non è possibile recedere da un Istituto di tale livello per recuperare una piccola cifra quando il bilancio ha bisogno di milioni di euro” . La pratica è stata infine ritirata per rivedere tutte le partecipazioni della Provincia e valutare quali mantenere.



Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo