sabato 26 maggio 2018
30.10.2012 - REDAZIONE

Pdl: "rivedere i criteri in materia di accesso ai fondi per disabili"

Rosso/Bagnasco/Garibaldi: “necessaria la partecipazione delle famiglie alle scelte riguardanti i problemi della disabilità”.

“Domani in Consiglio regionale il gruppo del Pdl presenterà un Ordine del Giorno per chiedere la revisione della delibera n. 1156 del 28 settembre con la quale la Giunta regionale ha fortemente abbassato al soglia di accesso Isee al Fondo di Solidarietà per le persone Disabili. Con il documento inoltre proporremo che venga attivato un confronto costruttivo tra l’Assessore Rambaudi e tutte le associazioni anche della famiglie delle persone con disabilità”. Lo fanno sapere i consiglieri regionali del Pdl Matteo Rosso, Roberto Bagnasco e Gino Garibaldi che questa mattina hanno partecipato all’incontro che si è svolto in Regione tra l’assessore al Welfare e una delegazione delle famiglie dei disabili.

I tre consiglieri regionali spiegano: “ indispensabile rivedere gli scaglioni di reddito Isee che con la delibera di settembre omologano tutti al di sopra dei 10.000,00 euro. La nostra idea sarebbe quella di alzare la soglia minima e differenziare a seconda delle fasce progressive di Isee”.

"Fondamentale – continuano - è anche fare una differenziazione a seconda della gravità della patologia dei soggetti interessati affinché non vengano penalizzati i casi più gravi. L’equità di trattamento di tutti i cittadini della Liguria chiede anche che non ci siano odiose differenze tra un Asl ed un'altra, per questo è fondamentale che la regione intervenga con linee guida precise”.

Secondo i rappresentanti del Pdl “Il dibattito su quanto sta avvenendo nelle famiglie su questo delicato tema indica con cruda evidenza il progressivo impoverimento delle stesse, che desta pesanti preoccupazioni sulle condizioni della persona portatrice di disabilità quando venissero a mancare i famigliari. La questione del “Dopo di Noi” se non affrontata seriamente, oltre ad essere un fatto molto grave, rischia di trasferire sugli enti pubblici oneri che fino ad oggi con straordinari sacrifici hanno sostenuto le famiglie”.

“Il nostro auspicio – concludono Bagnasco, Rosso e Garibaldi – ed il nostro impegno è rivolto a sollecitare l’amministrazione regionale ad accettare il dialogo costruttivo proposto oggi dai soggetti interessati”. 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo