martedì 19 novembre 2019
17.10.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Provincia: si ad uno statuto consortile nel campo idrico

Gabriele Saldo: "Portato a compimento un lavoro complesso".

Sì allo statuto della società consortile Rivieracque, che gestirà le risorse idriche in provincia nei Comuni con oltre mille abitanti. La pratica è stata approvata stamattina in Provincia dall’assemblea dell’Aato idrico, apertasi con l’intervento del presidente della Provincia Luigi Sappa, e condotta dal presidente dell’assemblea, il consigliere provinciale Gabriele Saldo.

L’assemblea (erano rappresentati quasi tutti i Comuni della provincia) ha anche approvato a maggioranza (voto contrario del Comune di Ventimiglia, astensioni da parte dei Comuni di Imperia e Bordighera) l’attivazione della procedura di diniego delle gestioni idriche condotte dalle aziende del settore che stanno operando sul territorio provinciale.

Gabriele Saldo commenta con soddisfazione: "Abbiamo portato a compimento un lavoro intenso, che l’assemblea dell’Aato ha svolto in quest’ultimo anno. In particolare, in considerazione del dettato referendario, le azioni svolte e adottate hanno accolto appieno quanto è stato espresso dalla popolazione. La costituzione della società consortile Rivieracque – aggiunge Saldo – permetterà di superare le annose problematiche relative alla realizzazione dell’allaccio tra il depuratore di Imperia e il golfo dianese, un’infrastruttura assai attesa per il rilancio economico-turistico del comprensorio dianese, che in futuro potrà così chiedere di fregiarsi della “Bandiera blu”. La razionalizzazione delle gestioni permetterà di risolvere altri problemi, e di realizzare, grazie alla sinergia delle risorse impiegate, un risparmio economico gestionale".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo