lunedì 23 ottobre 2017
08.02.2013 - REDAZIONE

Quale futuro per la scalo aereo di Villanova d'Albenga?

Se ne è discusso in Consiglio regionale, su iniziativa del consigliere Marco Scajola. L'obiettivo? Farne un piccolo scalo per il turismo sportivo ligure.

In Consiglio Regionale si è discusso, grazie all’iniziativa di Marco Scajola, del futuro dell’Aeroporto di Villanova d’Albenga che il Piano nazionale ha escluso dalla lista dei 31 aeroporti di interesse nazionale. Scajola in aula ha sottolineato che questa decisione, che apparentemente potrebbe sembrare una notizia negativa, invece può aprire ampi scenari positivi per l’infrastruttura che da oggi passa alle dirette competenze della Regione.

“In questi anni – ha spiegato il consigliere regionale - si è investito molto su questa realtà, moderna e tecnologicamente all’avanguardia, che per la sua posizione strategica ha moltissime potenzialità da non sottovalutare anzi da valorizzare attraverso una politica regionale che deve puntare a fare in modo che l’Aeroporto di Albenga diventi un punto di riferimento importantissimo per il rilancio del turismo ligure”.

Scajola ha sottolineato che in questo percorso è fondamentale attivare azioni sinergiche in grado di coinvolgere tutti coloro che potrebbero essere interessati: “a partire da tutto quel settore legato alle manifestazioni aeronautiche ed alle discipline del volo libero. Queste potrebbe trovare nell’aeroporto di Villanova, per clima e per posizione, molto vicino alla Francia, un luogo strategico per eventi di portata internazionale e per tutte quelle attività sportive legate appunto al volo libero”.

“In questi anni – ha aggiunto il rappresentante del centro destra - l’estremo ponente ha puntato molto sul potenziamento delle strutture sportive. Soprattutto nell’imperiese la politica delle amministrazioni locali ha concentrato ingenti risorse sulla riqualificazione degli impianti a partire dal Palazzetto dello Sport, dalla piscina, sede già oggi di manifestazioni internazionali, alla pista di atletica di primissimo livello. Se a tutto questo si volesse aggiungere il potenziamento dell’aeroporto di Albenga, si potrebbe veramente puntare al rilancio del turismo sportivo come reale opportunità di sviluppo del territorio. Nel passato nell’imperiese si sono organizzati grandi appuntamenti sportivi che dovrebbero essere ripresi e rilanciati in un ottica turistico-economica”.

“L’assessore Paita rispondendo in aula alla mia interrogazione ha affermato di voler attivare un tavolo di lavoro per ragionare sulle potenzialità di questa infrastruttura. Io ho assicurato la mia disponibilità a prendere parte a questo tavolo di confronto, perché sono convinto che sia necessario studiare con grande attenzione come sfruttare al meglio questa opportunità. E’ fondamentale che non si perda questa occasione, il mio invito è quello di mettere in atto azioni concrete  studiando le prospettive che un infrastruttura di questa portata potrà assicurare al nostro territorio”, ha concluso Marco Scajola.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo