sabato 18 novembre 2017
24.10.2012 - REDAZIONE

Sanità: il solito tasto dolente...

Ieri seduta straordinaria del Consiglio Regionale a Palazzo Tursi, voluta dall'opposizione per analizzare la situazione del "comparto sanità". Intervento di Marco Scajola. Comunicato Stampa.

Ieri, richiesto dall’Opposizione, si è svolto un Consiglio regionale monotematico per parlare della Sanità ligure. Il consigliere regionale Marco Scajola è intervenuto  in aula per analizzare la situazione critica di questo comparto: “ da oramai 7 anni il centro sinistra gestisce e amministra la nostra sanità. Dati alla mano il bilancio è fortemente negativo, non esiste una politica programmatica, ma vengono periodicamente portati avanti interventi spot per cercare di tamponare i tanti problemi”.

L’esponente del Pdl continua: “Un caso eclatante quello che avviene in Provincia di Imperia dove si assiste ad un continuo impoverimento dell’offerta sanitaria incentivando la fuga dei pazienti verso il Basso Piemonte, la Francia ed altre realtà liguri. Alla nostra Asl viene continuamente chiesto di tagliare e ridimensionare, dimenticandosi che il nostro territorio ha sempre avuto una sanità virtuosa e che semmai  politiche regionali sbagliate hanno favorito lo spreco di ingenti risorse economiche soprattutto nel genovese”.

“Ringrazio – continua il consigliere regionale - la delegazione del Comitato Saint Charles per aver voluto essere presente al dibattito, dimostrando ancora una volta, la propria attenzione nei confronti delle esigenze sanitarie del territorio. Ribadisco ancora con fermezza che la nostra azione politica non vuole avere solo lo scopo di denunciare i problemi ma vogliamo essere propositivi e partecipare attivamente al superamento di questioni importanti nell’interesse esclusivo dei nostri cittadini. Smetta la Giunta di utilizzare la sanità in maniera strumentale e politica ed abbia il coraggio di condividere le problematiche per arrivare a soluzioni utili per tutti”.

“Noi siamo disposti alla collaborazione ma questa vuole dire parità di trattamento di tutti i territori liguri: non possiamo consentire che l’Asl 1 abbia meno risorse degli altri, non possiamo consentire che periodicamente vengano lanciati dalla Giunta regionale messaggi preoccupanti come ad esempio l’accorpamento dei Punti nascita o come la chiusura del 118. Non possiamo permettere che l’imperiese sia considerato solo quando bisogna fare sacrifici. Pretendiamo attenzione e programmazione per arrivare ad un servizio sanitario di eccellenza”, conclude Marco Scajola.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo