martedì 22 ottobre 2019
21.05.2012 - REDAZIONE

Strage di Brindisi: le parole de "La Destra"

Comunicato stampa

Quanto avvenuto oggi a Brindisi, l'attentato ad una scuola, è la prova che la Mafia teme il ricordo, teme la tensione ideale della società civile, teme l’impegno civile di quei giovani che giorno dopo giorno dedicano il proprio impegno a costruire un’Italia nuova, un’Italia che sappia affermare i valori della Giustizia e della Legalità, rifiutando le logiche della  violenza e della prevaricazione.

E’ nel ricordo del volto sorridente di Melissa, nella disperata lotta per la vita di Veronica e delle altre ragazze rimaste ferite nel terribile attentato di questa mattina davanti alla scuola dedicata a Francesca Morvillo e Giovanni Falcone, alla vigilia del ventennale della strage di Capaci, che affermiamo la necessità di ricordare, oggi più che mai, le vittime della mafia, del terrorismo e di ogni forma di illegalità.

Esprimiamo la solidarietà ai familiari di Melissa e delle altre ragazze coinvolte nell’attentato, rivolgendo a queste ultime l’augurio di superare al meglio questi momenti drammatici. Ma al Governo ed al Parlamento chiediamo di evitare inutili sfilate e le cordate del dolore, ma piuttosto di assumere iniziative concrete. Rafforzare, con uomini, mezzi e risorse, le Forze di Polizia impegnate nella lotta alla criminalità organizzata e lavorare sul fronte della certezza della pena e dell’inasprimento delle sanzioni, fino a valutare l’introduzione nel nostro ordinamento di pene serie e concrete per delitti così efferati contro la vita e contro l’esistenza stessa del nostro Stato.

Valerio Ramini - Segretario Prov.le La Destra Imperia


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo