domenica 18 agosto 2019
05.04.2012 - redazione

Vallecrosia: il resoconto del Consiglio Comunale del 2 aprile

comunicato del gruppo "Giordano Sindaco"

Prima dell'inizio del consiglio il presidente, Dott. Rocco Giacobbe, ha illustrato una richiesta pervenuta da un cittadino ed ex consigliere (Enrico Ferrero) e rivolta a ricordare con un minuto di raccoglimento tutte le vittime delle mafie in occasione della giornata nazionale organizzata dall'associazione Libera di Don Ciotti. Il presidente del consiglio si è rammaricato del fatto che non sia stata onorata in pieno tale giornata e ha proposto per il futuro, a maggioranza ed opposizione, di proporre delle iniziative adeguate. Ha poi preso la parola il sindaco per mettere al corrente il consiglio che il delegato regionale dell'associazione Libera, Matteo Lupi, aveva già proposto al Comune di organizzare qualche iniziativa.

E' stato quindi osservato il minuto di silenzio che ha anche onorato la memoria dell'ex sindaco Giuseppe “Mac” Fiorucci, venuto a mancare improvvisamente il 19 marzo scorso. Fiorucci ha seduto a lungo, come consigliere, assessore e sindaco nei banchi del consiglio comunale di Vallecrosia, oltre ad essere un grande amico di molti degli attuali consiglieri comunali.

Terminato il minuto di raccoglimento il consigliere Maurizio Vichi ha chiesto di poter leggere alcune parti dell'ultimo libro scritto da Mac: “Ibrahim, i datteri, il pesto”. Ha quindi letto lui stesso l'introduzione, mentre la consigliera Monica Barra ha poi dato lettura della prefazione e dell'inizio del libro. C'è stata da parte di tutto il consiglio e del pubblico presente un'intensa partecipazione ed anche una certa commozione.

Il consigliere Giobatta Chiappori ha poi ricordato come Fiorucci abbia rappresentato un valore aggiunto per Vallecrosia e che le sue ricerche sono state fondamentali per conservarne la memoria storica. Ha poi auspicato che qualcuno possa continuarne l'opera, augurio condiviso dal sindaco il quale ha offerto all'associazione “Il Ponte”, fondata dallo stesso Fiorucci, la piena disponibilità a sostenerne anche in futuro le iniziative culturali.

Si è poi passati al primo punto all'ordine del giorno, ossia alla discussione sull'accordo di programma per il trasporto pubblico locale 2009/11. La pratica è stata presentata dalla maggioranza che ha sostenuto la tesi di un atto dovuto nei confronti della società Riviera Trasporti.

 

Il nostro capogruppo, l'ing. Ferdinando Giordano, ha spiegato che ci saremmo astenuti. Da qui è nato un acceso dibattito, con alcuni membri di maggioranza che non condividevano la scelta di non votare a favore della pratica e ci accusavano di non volere il bene dei cittadini. Noi, forti delle nostre ragioni, naturalmente non abbiamo cambiato idea e, al contrario, abbiamo dimostrato

pubblicamente che le cose non stanno come volevano farci credere, ma che in realtà l'accordo è stato richiesto dalla provincia che in buona sostanza avrebbe voluto far impegnare il Comune a servirsi solo della RT. Si è votato e la pratica è passata con i soli voti della maggioranza.

 

Il secondo punto all'ordine del giorno riguardava il piano di utilizzo degli arenili (il cosiddetto PUA). Anche in questo caso ci siamo astenuti per il semplice fatto che la pratica era stata presentata come una semplice presa d'atto delle osservazioni della Regione Liguria. In realtà prima del consiglio ci siamo recati in Comune per esaminare la pratica e... abbiamo scoperto che a una sola delle tre associazioni di marinai a cui è stato concesso un tratto di arenile è stato imposto l'obbligo di assumere un bagnino, alle altre due no. Dopo una lunga discussione l'assessore competente ha ammesso candidamente quanto da noi sostenuto, ossia che la scelta di imporre l'obbligo di assistenza ai bagnanti per una sola associazione non aveva nulla a che vedere con fantomatiche imposizioni della Regione ma era una mera scelta politica. La giustificazione sarebbe consistita nel fatto che le altre due associazioni sono troppo giovani per poter affrontare l'onere di un bagnino. In conclusione ci siamo astenuti e anche questa pratica è stata approvata con i soli voti della maggioranza.

In conclusione invitiamo i cittadini a partecipare sempre più numerosi ai consigli comunali e a farsi sentire, anche attraverso le associazioni di cui fanno parte, così come già fanno alcune di loro partecipando attivamente al dibattito politico cittadino.

I consiglieri del gruppo “Giordano Sindaco”


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo