martedì 22 agosto 2017
04.03.2013 - REDAZIONE

Anga Imperia: "Che l'otto Marzo diventi un giorno di riflessione"

Un sogno ed una speranza, un 8 marzo diverso, quello di quest'anno.
Decenni di storia recente in cui la condizione femminile si è aggiornata e
attualizzata, cosi da far quasi dimenticare gli anni bui e desolati della
nostra memoria dove alla donna, venivano negate e non riconosciute una gran
quantità di possibilità o potenzialità che non fossero intimamente legate
ai ruoli imposti di moglie, madre, figlia.

Da semplici produttori la festa della donna potrebbe rappresenta un affare
per i floricoltori locali alle prese in questo periodo con problematiche che
hanno visto nelle condizioni climatiche delle settimane scorse un nemico
terribile.

Ma entrando in un contesto più interno che cosa simboleggia il femminismo ed
in particolare l'8 Marzo per noi agricoltori? Ad una simil domanda, a molti
miei colleghi lo sguardo si farebbe assente. Qualcuno si sentirebbe a
disagio, molti disinteressati semplicemente perchè non saprebbero cosa dire,
ma non dimentichiamo che "Il femminismo è stato il primo momento politico di
critica storica alla famiglia e alla società " ( dal manifesto di Rivolta
femminile del luglio 1970 ).

Non dobbiamo quindi considerare la festa della donna un semplice momento di
evasione o di mistificazione.

Il ricambio generazionale, le difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, la
concorrenza, occupazioni e mansioni secondarie , una continua e perenne
ricerca di visibilità e promozione nel mondo del lavoro sono problemi su cui
riflettere ed a livello politico, trovare una soluzione; le parole sono state
molte, ora pretendiamo ed attediamo fatti.

In questo momento la peggior violenza che possiamo compiere nei confronti
della donna è infatti proprio quella dell' imposizione di un ruolo
precostituito, immaginando la storia ferma a qualche secolo fa. Il mondo
femminile anche nel comparto agricolo si esprime con caratteri variopinti e
molteplici. Non sono solo parole ma rappresentano la nostra realtà , la
donna lavora, è attiva nel sindacato, è imprenditrice e continua ad essere con
l'uomo e per l'uomo un costante ammonimento e confronto.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo