giovedì 24 ottobre 2019
11.04.2012 - Alice Borutti

Confartigianato e CNA: il Comune di Sanremo ci deve delle spiegazioni sui tagli alle nostre manifestazioni

Pubblichiamo il comunicato stampa congiunto CNA e Confartigianato sulla scelta del Comune di Sanremo di non appoggiare progetti da loro ideati ma di destinare svariate migliaia di euro a un'associazione di categoria in particolare. La notizia correlata qui: sanremo.ponenteoggi.it/categorie/leggi-articolo/argomento/politica/articolo/sanremo-i-tagli-al-budget-delle-manifestazioni.html

"Quando abbiamo letto i dettagli del calendario manifestazioni 2012 del Comune di Sanremo, approvato dalla giunta comunale giovedì scorso, ammettiamo di essere rimasti allibiti. In particolare ci riferiamo al capitolo che destina diverse decine di migliaia di euro ad un’associazione di categoria.

Il nostro stupore è stato causato dal metodo con cui è stata operata questa scelta dall’amministrazione comunale, ovvero coinvolgendo un solo soggetto di rappresentanza, escludendo tutti gli altri, contraddicendo quanto sempre sostenuto dal sindaco in merito al coinvolgimento di tutte le componenti della città.

La cosa che maggiormente sconcerta è che questa scelta unidirezionale è stata compiuta per una tra le attività che maggiormente incidono sul settore turistico, ovvero le manifestazioni, per di più nella ferma convinzione che solo un’associazione possa avere voce in capitolo e competenza. Sono state di fatto ignorate le richieste di incontro e di dialogo più volte espresse da Confartigianato e Cna, anche in merito alle manifestazioni comunali, negli ultimi mesi; e si è rifiutato addirittura l’ incontro con i nostri  due responsabili nazionali del settore moda che, giunti a Sanremo per proporre il progetto del Festival della Moda allo scopo di consolidare l'evento dopo la positiva esperienza dello scorso anno, e gli impegni verbalmente presi in merito alla riproposizione della manifestazione da parte dell’amministrazione comunale, non sono neanche stati ricevuti dal sindaco. Successivamente anche i nostri rappresentanti territoriali si sono presentati in Comune e, dopo aver esposto alcune idee relative all'organizzazione di manifestazioni che avrebbero potuto dare lustro ed un importante ritorno turistico alla città di Sanremo, hanno ricevuto come risposta "ottime idee, peccato che non ci siano soldi; per attuarle dovete trovare sponsor privati".

Tutto questo va quindi ora fortemente a contrastare con il trattamento riservato ad altri.

Le domande a questo punto sono due: o c'è una corsia preferenziale tra l'Amministrazione Comunale ed un'associazione di categoria in particolare, oppure il sindaco Zoccarato ha qualcosa di personale contro gli artigiani (ricordiamo per esempio la mancanza di un esponente dell'Amministrazione all'inaugurazione dell’evento "Dolce di Vino" che va ad aggiungersi al diniego del patrocinio del Comune). 

Su entrambe le questioni attendiamo una risposta ufficiale dall'Amministrazione Comunale, non tanto a noi, quanto ai 4000 artigiani che rappresentiamo."


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo