mercoledì 23 ottobre 2019
17.01.2013 - REDAZIONE

L'Aquila: i contributi della Regione Liguria per il restauro di un "gioiello" d'Italia

Con 1,5 milioni di Euro è stato restaurato il Santuario di Santa Maria di Roio che fu danneggiato gravemente nel corso del sisma del 2009.

I lavori sostenuti sono stati presentati in mattinata a Roma, nella sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  in via del Collegio Romano, dal ministro Lorenzo Ornaghi, con i presidenti di Liguria e Abruzzo Claudio Burlando e Gianni Chiodi e i direttori regionali per i Beni culturali e paesaggistici delle due regioni  Maurizio Galletti e Fabrizio Magnani e l’assessore alla Ricostruzione del Comune di L’aquila Piero Di Stefano.

“Una scelta, quella della Liguria, che è voluta partire da un bene come il Santuario di Santa Maria di Roio che appartiene alla cultura alla storia e alle tradizioni popolari del territorio, perché è da lì che bisogna ripartire”, afferma Angelo Berlangieri, l'assessore alla Cultura della Regione Liguria,  presente alla conferenza stampa romana. 

Nel luglio 2011 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Presidente della Regione Abruzzo, la Curia Arcivescovile di L’Aquila e la Regione Liguria,   firmarono un accordo per il recupero di uno dei monumenti aquilani danneggiati dal terremoto e, su indicazione del direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Liguria Maurizio Galletti, già Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Abruzzo, e valutata la fattibilità dell’intervento e una prima stima dei costi, la scelta è caduta sul Santuario di Santa Maria della Croce a Roio all’Aquila, di proprietà ecclesiastica.

La Regione Liguria ha stanziato fondi per 1,5 milioni di euro.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo