mercoledì 23 settembre 2020
19.08.2012 - REDAZIONE

Prelà: San Giacinto accompagnato in solitudine per...protesta

Non si rispetta la tradizione e la statua del Santo se la portano da soli senza la processione.

E’ accaduto questa mattina a Prelà, nell’entroterra imperiese, dove si festeggiava San Giacinto, il patrono della borgata del paese. Partiti dalla chiesa parrocchiale con la processione e giunti davanti all’oratorio, il parroco non ha voluto fare quei 50 metri di discesa fino alla piazzetta per poi girare e tornare a riporre la statua del Santo davanti all’ingresso per l’adorazione.

A questo punto quattro temerari fedeli, proprio a difesa dell’antica tradizione, hanno spontaneamente preso il Santo in spalla accompagnandolo in completa solitudine fino in piazza e riportandolo poi davanti all’oratorio, il tutto naturalmente senza nessun fedele al seguito.

Una scena davvero curiosa, neppure un centinaio di metri, ma con la chiara intenzione di protestare per la mancata processione sul percorso tradizionale.

“E’ stato un gesto spontaneo assolutamente privo di goliardia – ci tengono a sottolineare i quattro fedeli – perché la nostra tradizione vuole che san Giacinto sia il protettore della borgata e quindi anche qualche metro più in basso una sua benedizione era giusta. Nessuno ha protestato per il nostro gesto, al massimo chi non partecipava alla processione si sarà domandato cosa facessero quattro portantini in solitaria con la statua del Santo sulle spalle. Ma siamo sicuri che qualche segno della croce qualcuno se lo è fatto alla vista della statua”. 

P.Gh.  


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo