domenica 17 novembre 2019
29.05.2012 - REDAZIONE

Presa di "posizione" di Confagricoltura Modena dopo il terremoto

Alla luce delle nuove e drammatiche scosse di terremoto che hanno colpito con forza e devastazione nella mattinata odierna non possiamo esimerci dal pubblicare questa lettera pervenuta al nostro giornale attraverso "Anga" Imperia.

"Buon Giorno a tutti qui nella Provincia di Modena nei Comuni colpiti dal terremoto continua lo stato di emergenza e la situazione è molto grave anche se i mezzi di comunicazione non danno secondo me una fotografia reale del disastro.

Scusate il tono polemico, ma se le vittime fossero state di più ,certamente per loro la cosa sarebbe stata più interessante. Vorrei ricordare che ci sono 5000 person...e sfollate e aziende in ginocchi che davano da lavorare a migliaia di persone.

Queste zone sono il centro più importante dell'industria del biomedicale, ci sono varie industrie ceramiche, tantissime piccole e medie industrie meccaniche ed in oltre è una zona con importantissime aziende agricole che producono latte, pere, cereali, pomodori ed altre importanti produzioni agricole. Non dimentichiamo che la Prov. di Modena è una delle province Italiane con più alto numero di produzioni DOP e IGP. Ora tutte questo ricco tessuto produttivo che ha reso famoso in tutto il mondo il territorio e la popolazione modenese è fortemente danneggiato.

Noi Modenesi siamo gente che non si piega , siamo gente che lavora ma soprattutto siamo gente che non è abituata a piangere davanti alle telecamere ed è forse per questo che non facciamo abbastanza notizia." - ( Eugenia Bergamaschi, Presidente Confagricoltura Modena )


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo