mercoledì 23 ottobre 2019
08.06.2012 - Donatella Lauria

Turismo, in Liguria incremento di arrivi

L’Osservatorio Turistico Regionale, istituito dalla Regione in partenariato con il Sistema Camera ligure e in collaborazione con Isnart e Università di Genova, ha stimato che in Liguria, nel 2011, l’impatto economico generato dal turismo sia stato pari a 5,2 miliardi di euro (erano 4,8 miliardi quelli stimati nel 2010), per il 30% circa legati ai consumi dei turisti che hanno soggiornato in strutture ricettive e per il restante 70% a quelli dei vacanzieri delle seconde case.
A fronte di una sostanziale tenuta dei numeri del movimento turistico (con un significativo aumento degli stranieri, sia in termini di arrivi che di presenze), è diminuita la capacità di spesa rispetto al 2010, non solo per gli italiani ma anche per gli stranieri: ciò dimostra come sia essenziale non solo “contare” ma anche “pesare” le presenze.

Gli innumerevoli eventi verificatisi in questi ultimi anni, dalla crisi economico-finanziaria mondiale fino alle calamità ambientali che hanno colpito in prima persona la Liguria, hanno inevitabilmente avuto ripercussioni profonde anche nel settore turistico, contribuendo a modificare le motivazioni e i comportamenti di consumo dei turisti, dando più spazio ai fattori di ordine pratico, come la convenienza economica, un soggiorno più breve, la vicinanza e l’ospitalità offerta da amici e parenti.

I dati ufficiali relativi al 2011 riportano per la Liguria un totale di 3.886.463 arrivi (+5,3% rispetto al 2010) e 14.169.929 presenze (+2,6%).
Sommando gli arrivi italiani a quelli stranieri risulta fra le migliori performance nel 2011 rispetto al 2010 la provincia di Genova (+5,20%), la sola fra le quattro province che già nel 2009-2010 variava in positivo. Ciò a fronte di una sostanziale tenuta in termini di arrivi del Comune di Genova, che registra nel 2011 rispetto al 2010 un + 0,05%.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo