lunedì 18 novembre 2019
Sei in: Ponenteoggi » Imperia » Sport
20.02.2012 - ALESSANDRO GIACOBBE

Imperia: il rugby è femmina!

Concentramento femminile della "palla ovale" lo scorso week end ad Imperia. Ecco un resoconto.

A Imperia il rugby è femmina ! L'Imperia Rugby del presidente Luigi Ardoino presenta la squadra femminile seniores a sette giocatrici nel concentramento di casa, con un buon risultato. Risultato non solo sportivo, ma soprattutto di partecipazione a livello agonistico, un bel fiore all'occhiello per la città. E con buona pace del maltempo che ha “placcato” mezza Italia nel mese di febbraio. In una radiosa mattina si presentano dunque sette formazioni seniores più le under 16. Imperia interessa per la seniores, allenata da Franco La Macchia e Carlo D'Occhio.

La Federazione, a Roma, in questa occasione ha formato due gironi: nel primo Imperia, Torino, Genova e Savona. Nel secondo Cogoleto, Asti e Liceo Monti di Chieri. L'Imperia ha un girone di ferro, come al solito. Deve subito misurarsi con le fortissime giocatrici di Torino, leaders della classifica di raggruppamento. Inizialmente vengono schierate Gurzì, Zollo e Melcarne in mischia (no contest nel gioco a sette), Giulia Marino a mediano di mischia, Arianna Di Stefano all'apertura e centri Viola Ramone con il supporto di Martina La Macchia. Nel prosieguo del torneo i coach locali faranno ruotare gli elementi a disposizione, con l'impiego, tra le altre, di Lidia Colombo e Giulia “Tankian” Toscano, all'esordio stagionale. Un dato, quest'ultimo, che non passerà inosservato. La prima partita contro il Torino non arride alle imperiesi. Le giocatrici ospiti faticano invero a farsi largo e vengono ben rintuzzate dalle locali. Poi le piemontesi impongono il loro gioco, fatto di punti di incontro, ricicli, gioco alla mano e frutto di una reiterata esperienza a 15 giocatrici.

Nonostante una buona prova della Melcarne e compagne, si contano 4 mete per Torino. Dispiace peraltro che la compagine di La Macchia debba per l'ennesima volta incontrare le dotate torinesi nel primo incontro. In una diversa condizione, tanto di riscaldamento quanto soprattutto mentale, le cose potrebbero andare meglio. E mentre il Torino passeggia sulle avversarie, Imperia non è da meno. Nel secondo match contro un ancor fresco Savona vanno in meta la Marino, la Melcarne e la Di Stefano. La linea di esperienza ha fatto il suo dovere con un pronto riscatto.

E dire che la Marino avrebbe anche segnato una meta su calcio a seguire, purtroppo non assegnata. Successivamente l'Imperia si impone largamente su Genova, con mete di Colombo, Marino, Ramone, due della Di Stefano e due dell'esordiente Toscano. Finalmente, raggiunti i limiti di età, la squadra di Imperia può disporre di questa giocatrice minuta, sgusciante e veloce. Si deve affinare tecnicamente, ma è imprevedibile e se il gioco non appare troppo fisico può diventare un'arma letale. Imperia si qualifica come seconda del girone e disputa la finale terzo e quarto posto contro l'Asti. Queste ultime avevano anche messo alla frusta il quotato Cogoleto nell'altro girone. Si presentano però solo in sei giocatrici e, come vuole la cavalleria del rugby, anche l'Imperia gioca in sei. Il primo tempo è più faticoso e alla meta di una convincente Marino replicano le astigiane, per una disattenzione delle locali. Poi Asti crolla e vanno in meta due volte Martina La Macchia e due altre volte “Tankian” Toscano. Come dire che il gioco di ruck viene finalmente aperto più volte per le figure veloci. Così è punto di bonus per l'Imperia, che guarda con fiducia al prosieguo del torneo. Intanto Cogoleto e Torino danno vita ad una finale di notevoli contenuti tecnici, pareggiato e deciso ai drop a favore di Torino.

Nel terzo tempo, affollatissimo, si ha notizia di prossimi appuntamenti, il 4 marzo a Torino per le ragazze ed invece ad Imperia per gli under 8, 10 e 12, con un bell'impegno per gli allenatori locali. Emanuele Mori, uno di loro, conferma l'inizio di un importante progetto scolastico. Il rugby ad Imperia va... 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo