mercoledì 1 aprile 2020
Sei in: Ponenteoggi » Imperia » Sport
10.11.2011 - VALERIO GAMBACORTA

La leggenda del ciclista Bottecchia in un fumetto d’autore

Giacomo Revelli e Andrea Ferraris, appassionati sportivi, si confrontano con un ciclista “mito” degli albori delle “due ruote”.

Ottavio Bottecchia è un ciclista “storico”. Fu il primo italiano a trionfare per due volte (consecutive, 1924 e 1925) nel Tour de France (a tutt’oggi la corsa a tappe più famosa e dura del mondo).

Il regime fascista tentò, vanamente, di farne una sorta di proprio “portabandiera”, ma, Bottecchia, mai si piegò a simili giochi che nulla avevano a che spartire con lo sport e con il ciclismo. E forse fu anche questo a decretarne la morte…

Il Tour di allora, il ciclismo di allora, era qualcosa di pionieristico ed estremo. Tappe di centinaia di chilometri, strade dissestate, biciclette “durissime” e senza cambio, nessuna assistenza in corsa. Bottecchia, umile e poverissimo ragazzo friulano, con la passione delle biciclette (citando un De Gregori da “Il bandito e il campione”) divenne, un eroe sportivo agli occhi dei francesi (“Botescià”) e degli italiani. 

Il fumetto scritto da Giacomo Revelli e disegnato da Andrea Ferraris ci rende, al meglio, l’atmosfera sportiva e non che si respirava in Italia ed in Francia negli anni’ 20.

 Giacomo Revelli è redattore per i siti web della Regione Liguria. E’ scrittore (“Dell’approvvigionamento idrico della città di Genova”) e appassionato sportivo (nella fattispecie fortissimo triatleta).

Chi scrive lo “incrocia” sovente nelle podistiche (quasi esclusivamente al riscaldamento) e lo considera molto simile a “Botescià”. Faccia umile, grinta straordinaria e voglia di confrontarsi e chiacchierare (merce rara nel podismo locale) per chi spigola in gara con tempi più alti rispetto ai suoi.

Andrea Ferraris deve la sua fama alle qualità di disegnatore di “paperi e topi” (a buon intenditor..) ed il suo amore per le “due ruote” al nonno, con il quale da ragazzino seguiva ogni tappa del Giro d’Italia e del Tour de France.

Il volume "Bottecchia" è edito dalla "Tunuè - Editori dell'Immaginario"


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo