venerdì 15 novembre 2019
Sei in: Ponenteoggi » Imperia » Sport
22.02.2012 - REDAZIONE

Rugby: e l'Imperia espugna Rapallo...

Domenica 19 mattina il Capitano Felipe De Castro e altri giocatori dell'Imperia Rugby sono stati al “Pino Valle” di Baité per vedere qualche fase del concentramento femminile. Erano in partenza verso Rapallo. Questa squadra è ultima in classifica nella serie C territoriale.

Di fatto però rappresenta il “serbatoio” del Recco, nota realtà rugbistica che milita nella serie A italiana, la seconda serie nazionale dopo l'Eccellenza e al di fuori delle franchigie internazionali degli Aironi e del Benetton Treviso. Dunque agguerrita, nel girone di ritorno, al terzo appuntamento di calendario. E così è stato, perché il Rapallo si è presentato con molti giocatori esperti e molto duri, legati ad un impegno diuturno in A e B e forti di una mentalità piuttosto aggressiva.

Non un gioco sporco ma duro, fatto di punti di incontro e ricicli alla mano, un gioco volto ad impedire le fonti produttive di una Imperia molto giovane in mischia. Qui, in un pacchetto dove l'esperienza conta, c'erano Christian Giraudo, Agostino Minniti, Manuel Salaris alla seconda partita. Mentre Roggero riesce a sottrarsi alla furia avversaria non è così per il giovane Mela, alla prima in qualità di mediano d'apertura. Il suo infortunio comporta il ritorno nel ruolo del duttile Alessandro Castaldo. Quest'ultimo è un giocatore che fa della preparazione fisica un punto di partenza al quale ha votato l'intera squadra. Dunque può ricoprire anche il ruolo di ala, in una condizione che viene supportata anche da una tecnica di notevole qualità. In fondo è quello che in nazionale maggiore è accaduto per Toniolatti, che può fare anche la mischia pur giocando all'ala. E ad ala, nell'Imperia, entra Bruno Martini.

La partita è messa sullo scontro fisico, favorita anche dall'arbitraggio non lineare, con cartellini gialli indirettamente proporzionali ad un gioco pericoloso che non va più tollerato nel rugby moderno. Ovviamente ne fa le spese lo spettacolo ed il punteggio alla fine del primo tempo è basso: 8 a 3 per l'Imperia, frutto della meta di Roggero e di un piazzato di Castaldo. Il sospirato punto di bonus per le quattro mete è ancora lontano.  La squadra ponentina può però vantare due fattori importanti: una panchina lunga, con tanti buoni elementi utili a dare fiato al gruppo ed una preparazione atletica superiore.

Durante la settimana le prove di situazioni di gioco sono state condotte senza sosta, sia per la mischia che per i tre quarti, con una profonda elaborazione di schemi di gioco molto ariosi. Le sostituzioni: Alain Oliviero sostituisce Simone Manganello in terza linea, Marco Del Bon sostituisce Manuel Salaris in seconda linea, Federico DiFranco sostituisce Mirko Oreggia a tallonatore, Alessandro Marsilii sostituisce Christian Giraudo nel ruolo di pilone.  La mischia regge così, pur priva del dinamico Daniele Barbotto. Salgono in cattedra a questo punto alcuni dei gioielli imperiesi: Pozzati sfonda con forza. Meta. Reazione del Rapallo. Meta, ma è un fuoco di paglia. Roggero viene preservato e arretrato in posizione di estremo. In questo modo è ancora più imprevedibile e fedele al suo soprannome di “invisibile”.  

Matteo Caridi rinforza la terza linea e alla fine la maggiore preparazione, anche mentale, dell'Imperia, si giustifica con il dominio negli ultimi decisivi 20 minuti: tre mete, una di Pozzati e due di Roggero, tutte trasformate da Castaldo, fissano il punteggio sul 36 a 10 per i ponentini. A questo punto del campionato Imperia raggiunge il Cogoleto (che però ha due partite in meno e l'Imperia una sola). Il 4 marzo rugby day ad Imperia con i giovanissimi in campo al mattino ed i seniores al pomeriggio proprio contro il Cogoleto. Da notare la vittoria del Savona sullo Spezia capolista e l'Acqui battuto di misura dal Cogoleto stesso. L'Imperia sta arrivando...

SERIE C GIRONE TERRITORIALE (III GIORNATA RITORNO) Eco Eridania Cogoleto – Acqui Terme 12/8Gruppo P&F Amatori Genova – Le Tre Rose Casale 13/24Tigullio Rugby Rapallo – Imperia 10/36Cus Savona – DB Group La Spezia 32/17CLASSIFICFA: La Spezia (*) 30, Acqui Terme (**) 28, Cogoleto (**) ed Imperia (*) 26, CUS Savona (**) 19, Casale (**) 15,  Amatori Genova (*) 5, Rapallo (*) – 3.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo