giovedì 18 luglio 2019
12.02.2012 - Alessandro Giacobbe

Andora, sfregiato il prospetto della chiesa dei Santi Giacomo e Filippo

Certi graffiti urbani saranno anche belli, ma quando è un imbecille ad agire, non c'è possibilità di salvezza. Sta facendo rumore in rete la segnalazione di un apprezzato studioso di Andora, Marco Vignola (http://www.facebook.com/marco.vignola) che ha segnalato al mondo lo sfregio ad uno dei monumenti più rilevanti della Liguria occidentale. Non più di due o tre giorni fa, pare, un anonimo graffitaro (e sarebbe anche troppo chiamarlo così), ha lasciato la sua creazione proprio sulla facciata della chiesa duecentesca dei Santi Giacomo e Filippo di Andora. Si tratta della chiesa del complesso collinare comprendente anche chiesa antica, porta torre, edificio militarizzato del Paraxu e fontana, sita a monte dell'odierno abitato di Andora. Un luogo di grande importanza, storica, artistica ed archeologica, considerando anche la presenza di un ambito residenziale successivamente abbandonato. La chiesa sfregiata è in ottimo stato di conservazione, anche in ragione di restauri precedenti. Il suo paramento murario in “opera quadrata”, legata a maestranze antelamiche ticinesi, operose nel territorio ligure-genovese, è un insieme uniforme in pietra di Capo Mele, con i risalti particolari di portale e apertura centrale superiore. La sua pietra ha un colore uniforme, caratteristico, dovuto alla patina del tempo. Ora, se si dovesse operare una pulitura dello sfregio, si dovrebbe prendere in considerazione il trattamento dell'intero prospetto, con un danno gravissimo per la Comunità. E i tempi sono quelli che sono. Va detto che in rete si inseguono i sospetti sull'autore dell'infame gesto. Si parla di un rapporto con un recente matrimonio tenutosi nella chiesa, molto ambita per le cerimonie oltre che per eventi culturali e storico-avvenimentali.  L'autore del misfatto peraltro ha lasciato un “tag” che potrebbe ricondurre alla firma esecutiva. Da non dire le pene previste per il vandalo, penste dai molti amanti dei Beni Culturali territoriali e non solo. Fra i più cliccati la rimozione del graffito con la lingua. Un contrappasso medievale di evidente sapore dantesco.


Commenti

il 17-02-12 21:33 ha scritto:
Avete ragione i graffiti decorativi sono sempre molto belli ma non se vengono fatti sulle chiese, questa chiesa oltre ad essere un luogo religioso è anche un monumento ligure che è stato danneggiato da vernice colorata che esprime penzieri in parti in cui non si dovrebbe fare

Lorenzo

Accedi per scrivere un commento

 
Meteo